BODY BUILDING ITALIA  


Torna indietro   BODY BUILDING ITALIA > FORUM ALLENAMENTO > Diari di Allenamento & Foto/Video
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca I messaggi di oggi Segna forums come letti

Rispondi
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione Modalità visualizzazione
Vecchio 05-08-2010, 16.25.24   #41
ULTRA
Body Builder d' Oro
 
L'avatar di ULTRA
 
Data registrazione: 22-07-2010
Residenza: roma
Messaggi: 14,392
Predefinito

ce l'ho fatta nazareno!!!!! pero' lo sento estremamente riduttivo....
__________________
LA MISURA PIU' CRUENTA...
E' SPESSO RISCHIOSA...
IN UN AMBITO CRUENTO....
E' LA PIU' SICURA.


claudio.
ULTRA non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 05-08-2010, 17.06.14   #42
ULTRA
Body Builder d' Oro
 
L'avatar di ULTRA
 
Data registrazione: 22-07-2010
Residenza: roma
Messaggi: 14,392
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nazarenocannuci Visualizza messaggio
Per una cosa costruttiva sarebbe interessante descrivere il programma, i motivi che ti hanno portato a costruire tale allenamento, nonchè scelta degli esercizi e obiettivi a breve scadenza (lobiettivi a lungo termine = somma obiettivi a breve termine)
i motivi che mi hanno portato ad allenarmi in questa maniera puoi trovarli nei post precedenti nazareno,e aggiungo che lo scopo ultimo a lungo termine e' l'ipertrofia massima che la mia genetica permetta di raggiungere(naturalmente con uno strato di grasso decente )premetto che in certi periodi dell'anno mi alleno anche con altre tipologie ma la linea principale e' questa,quella che mi da' risultati concreti sia quando asciugo che quando cerco di aumentare.
il principio e' molto semplice e sicuramente tu gia' lo hai capito
...:la serie che ti porta al limite,e leggermente oltre(ultra),crea la crisi,e io adoro la crisi perche' so' che quando arriva lei qualcosa si sta' trasformando,e quello che si trasforma e' vivo cio' che cristallizza e' morto.
se quella o quelle serie arrivano a quella linea di confine e sono le fautrici dll'ipertrofia,allora io vado li' tutte le sere,e mi concentro proprio su quella linea facendo ruotare tutti gli allenamenti i recuperi e la mia nutrizione intorno a quello.
quando non vado a cedimento e in sovraccarico(perche' non sempre ci arrivo...hehe non sono folle )lo faccio per recuperare,ma retrocedo di un passo per tornare successivamente "al confine".
vedi e' molto semplice come dinamica,chiaramente e' riduttivo,sembra molto rozzo tutto questo ma la natura delle cellule e' molto semplice,come tutte le altre creature,e' questione dell' habitat in cui le metti,devi solo trovare la "chiave", le modalita' e rispettare i tempi per ottenere la risposta,(salvo genetica ecc ecc.)la cosa che mi ha lasciato impressionato e' stato che dopo 4 anni che mi allenavo con questi criteri ho guardato intorno a me dove altri facevano la stessa cosa,chiaramente ogniuno stava cercando di capire come rispondeva meglio e a cosa,ma in linea generale ti ripeto in 4 anni erano dei natural che "non sembravano natural per niente",quel processo rispondeva di brutto(chiaramente con differenza di genetica ,e la mia nazzareno ti assicuro che non e' ottima ,ti faro' vedere le foto)..e funzionava!e quindi ho continuato" finche' la mucca dava latte".
mi documentai molto su un'infinita' di tecniche d'allenamento e molta gente competente che voi citate spesso ma non rispondeva come quella variante ..e ripeto variante.. del' heavy duty di MENTZER.
__________________
LA MISURA PIU' CRUENTA...
E' SPESSO RISCHIOSA...
IN UN AMBITO CRUENTO....
E' LA PIU' SICURA.


claudio.
ULTRA non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 06-08-2010, 10.36.37   #43
ULTRA
Body Builder d' Oro
 
L'avatar di ULTRA
 
Data registrazione: 22-07-2010
Residenza: roma
Messaggi: 14,392
Predefinito

continuo........
dunque......come faccio a tenere una pressione ed uno stress da sovreccarico cosi' alta con allenamenti a cedimento e' la prima cosa che mi chiedo quando a volte mi cedono le gambe e vado quasi giu' in ginocchio appena uscito dall'ascensore,mi appoggio alla maniglia e sorrido sicuro alla vecchietta del 2° piano dicendo..":questa pedana un giorno o l'altro mi fara' ammazzare" (la vecchietta pensa che io sia un drogato e mio fratello sempre con un occhio nero o un graffio in faccia crede sia un ultra' (e' un kickboxer))...
ridurre all'osso il procedimento.arrivare all'ipertrofia A VOLTE non e' un processo di addizione,come in molte cose della vita non ci rendiamo conto che spesso le cose si raggiungono per un processo di SOTTRAZIONE.
ti spiego...: premesso che cio' che mi interessa e' ...rompere fibre e ricostruirle piu' forti e piu' grandi (crerne di nuove (iperplesia) e' una questione piu' delicata) e premesso che per romperle il carico di lavoro deve essere superiore alle capacita' per costringere alla risposta gia' si capisce che molte cose durante il w.o. vanno eliminate ,perche' sono di secondo ordine e mi fanno perdere energie e tempo(vado al nucleo) magari le impiego successivamene.
non dico certo che una serie di 10 rep non a cedimento sia inutile!!assolutamente!e' utile per tanti motivi,ma non per l'ipertrofia(tranne alcuni casi ma non per noi che ci alleniamo da anni).

se vado in guerra con un rpg (lancia granate di fanteria leggera) ,non ha senso che porti con me due sassi da lanciare.mi appesantiscono e non sfondero' con quelli i carriarmati

quindi,quando gioco col ferro vado dritto allo scopo,e adatto nel tempo il mio corpo ,la mia organica a qualla tipologia di approccio.
se sono quelle le serie di cui ho bisogno per crescere ,perche' dovrei fare serie di secondo ordine che bruciano zuccheri,ossigeno,consumano concentrazione e non arrivano allo scopo?le usero' soltanto per arrivare pronto al momento della "battaglia vera",che dovra' essere combattuta in piene energie e concentrazione.
se uso le serie che non servono all'ipertrofia (e le uso) lo faccio per recuperare,o in tutte quelle condizioni in cui non ho intenzione di crescere(anche se non e' proprio cosi)
__________________
LA MISURA PIU' CRUENTA...
E' SPESSO RISCHIOSA...
IN UN AMBITO CRUENTO....
E' LA PIU' SICURA.


claudio.

Ultima modifica di ULTRA : 06-08-2010 alle ore 10.41.42.
ULTRA non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 06-08-2010, 12.09.46   #44
ULTRA
Body Builder d' Oro
 
L'avatar di ULTRA
 
Data registrazione: 22-07-2010
Residenza: roma
Messaggi: 14,392
Predefinito

.....anche la forza,con questa tipologia e' cresciuta costantemente nel tempo,perche' lavorando con sovraccarichi e sopratutto all'inizio delle sessioni con serie da 6,8 reps si e' sviluppata notevolmente senza ricorrere a tecniche vere e proprie per il potenziamento muscolare,solo 4 anni fa' ho avuto il bisogno di aumentare la forza sui vari distretti ,ma non ti dico come ho fatto senno' mi fai bannare per incompetenza,pero' ha funzionato:tong: cavolo se ha funzionato!
come ti dicevo il mostro da tenere a catena e' lo stress,articolazioni,tendini,il catabolismo,gli sbalzi ormonali,questi ultimi estremamente sensibili con questa tipologia ecc ecc.
senti questa...:sto in un regime di nutrizione che evita quasi sempre cibi che non servano al mio scopo,lo strato di acqua sulla pelle e' di un determinato livello ok?...durante la settimana sopratutto verso la fine verso il venerdi' noto che sotto la pelle si accumilano liquidi(effetto cortisone...stress:rotl: ),quando arriva il sabato e la domenica (giorni di recupero)a volte cambia il regime alimentare e puo' capitare che mangio schifezze o dosi di carboidrati piu' alte di un bel po'...per ben 48 ore e anche di piu',quando mi alzo per andare a lavoro di lunedi' la pelle e' attaccata ai muscoli e l'acqua e' sparita.capisci che "botte" a livelli ormonali arrivano?calorie piu' alte e scarsita' di nutrienti da venerdi' pomeriggio a lunedi' mattina!e perdo acqua!! quello e' stress bello e buono.(mi vengono in mente le persone che non mensionano queste cose quando si definiscono )

comunque ti dicevo...per controllare il mostro ci sono molti fattori da tenere in considerazione,...intanto non supero le 3 serie per esercizio,tendo a non stressare piu' del dovuto i muscoli che lavorano di riflesso..:ad es. se lavoro sui bicipiti per un certo periodo con spider curl o manubri a "tamburo per i brachiali con le lat machines e i rematori usero' una presa neutra ed inversa per sgravare il lavoro dei brachiali altrimenti lo stress li danneggiera',
se lavoro la schiena ,gia' che ci sono inserisco anche i deltoidi posteriori(per me e' lo stesso blocco e finita la schiena termino anche loro sono strettamente collegati ) e cosi' no ci torno piu' su' e li lascio recuperare,

tu nazareno mi hai chiesto come mai questa suddivisione degiallenamenti...
petto il lunedi', ero e sono carente nella perte alta e gli ho dato un po' di priorita' quando sono bello fresco,la schiena non e' minimamente coinvolta ed e' antagonista quindi quando il giorno dopo comincio a chiusermi come un breviario perche' il petto "tira" vado di schiena,che compenza in fase di recupero e quei due blocchi sono molto stressanti per me,sopratutto schiena infatti il giorno seguente recupero(se i doms mi divorano mi attivo di conseguenza e pongo rimedio),
poi al giovedi' le spalle,solo porzione frontale e laterale(magari fosse cosi' semplice )lasciando stare la schiena,ed e' abbastanza lontana dal petto dove ho usato la sezione frontale(la spalla e' un casino!e' un muscolo "pennato" lavora in sinergia e tenere a bada i suoi recuperi e' difficilissimo)comunque l'allenamento per la spalla e' intenso ma breve e lascia energie e tempo per le gambe,dopodiche' quello che rimane,bicipiti e tricipiti il piu' lontano possibile dalla schiena(bicipiti)e dal petto(tricipiti) sruttando sopratutto i picchi per il bicipite,che sono movimenti che il lavoro della schiena tocca molto meno.
insomma anche la suddivisione ruota intorno al fatto che devo inventarmi tutto il possibile per recuperare e riconoscere il prima possibile tendiniti,dolori articolari ecc.quando sono in fase iniziale(magari fosse cosi' facile).
i blocchi li lavoro una volta a settimana,non per pigrizia o per assomigliare agli olympians come dice qualche bravone guru del bodybuilding,ma semplicemente perche' 2 volte a settimana non ce la farei mai,e se il guru non ci crede,chiunque sia lo invito a farsi un w.o. di schiena con me,poi capisce perche'(non sono spavaldo naza,ma so chi sono e dove arrivo,e non sono il nano di biancaneve).
come ti dicevo i movimenti ormonali oscillano brutalmente,e' come una macchina che viaggia ad alta velocita' ogni minima oscillazione dello sterzo e' amplificata e imparando a riconoscerli ,nel tempo ,alla fine riesci a riconoscere le varie fasi persino dall'umore,dalla capacita' di concentrazione dalla poca fame ecc.ecc .
un'altro fattore e' che chiaramente gli allenamenti sono brevi,no supero i 60 minuti circa anche perche' il corpo sotto stress "si protegge" e per fregarlo e per provare a fargli fare quello che dici tu hai un tempo limitato ,devi farlo bene ,con i tempi giusti,e prima che inneschi i meccanismi di protezione,proprio come la definizione...heheh i sistemi sono sempre gli stessi , si ripetono con divese mordalita',ma son sempre loro nel nostro dna da circa 42 mila anni fa'....da circa 33 anni fa' quando ho fatto il primo respiro....ed ho cominciato a sovracompensare ed andare oltre..ultra.. il dolore che l'aria ha fatto dilatando i polmoni. il nucleo,e' sempre quello.
__________________
LA MISURA PIU' CRUENTA...
E' SPESSO RISCHIOSA...
IN UN AMBITO CRUENTO....
E' LA PIU' SICURA.


claudio.
ULTRA non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 06-08-2010, 15.29.39   #45
nazarenocannuci
Body Builder di Bronzo
 
L'avatar di nazarenocannuci
 
Data registrazione: 06-07-2008
Residenza: sicilia
Messaggi: 3,602
Predefinito

Ciao..ammazza hai scritto un poema ed ho fatto difficoltà a seguire...ti rispondo sperando di aver capito bene.

Allora ..credo di capire che stai utilizzando più o meno la metodologia classica dello splittaggio a 3-4-5 per buona parte dell'anno. Inoltre vai a cedimento in ogni serie ed introduci forzate ecc...in ogni esercizio o alcuni. Però consideri anche lo scarico , cioè quando non devi caricare e devi andarci leggero (e questo già è una gran cosa).

Ti dico come la penso:
Da circa 13 anni ho a che fare con ragazzi che si allenano e ti dirò che all'inizio più o meno la mentalità che si seguiva era questa:
magna e spingi fino alla morte, dividi la scheda in 3 parti o più perchè è meglio, per far lavorare un gruppo muscolare meno sviluppato allenalo con un esercizio in base alla sensazione di lavoro soggettiva ..ed il gioco era fatto. Ti dirò che tanti ragazzi vedevano i loro risultati; i ragazzi più maturi (alcuni grossi e forti) si allenavano secondo questo principio perchè si riferivano soprattutto alle riviste come FLEX, Muscla & Fitness, Sport & Salute, Cultura Fisica, Ironman , Olimpians news ecc.. Io personalmente le compravo tutte ogni mese: 6-8 riviste . Ancora ho le librerie piene , alcune le ho buttate. Dovrei avere anche pagine di diario (copie) degli allenamenti di Franco Columbu , Arnold , Casey Viator...
Ogni mese uscivano le cosiddette "schede magiche", con gli allenamenti dei campioni (che forse non avevano mai visto in vita loro).
Il petto non cresce?
Bombardiamolo da tutte le angolazioni:
- panca piana bilancere 4x8 + 2 forzate + 1 negativa
- panca inclinata bilancere 4x10
- croci inclinate 3x10
- spinte manubri inclinate 3x12
- croci ai cavi 3x12

Utilizzando questi metodi , dopo poco tempo (1-2 anni) ho potuto notare che si arrivava ad uno stallo generale. Solo i ragazzi più portati riuscivano ad andare avanti ma con qualche problema: chi aveva braccia e spalle grosse e petto assente (quasi tutti), chi non aveva delle buone gambe in proporzione (tranne se partiva bene di base ) , ecc.....
Cmq uno proporzionato , forte , messo bene .....non usciva quasi mai. O nascevi o non diventavi tale.

Non tardai a capire della marea di errori che si commettevano. Dato che la mia fiducia dopo soli 3 mesi divenne scarsa nei riguardi di chi mi doveva insegnare/allenare....iniziai da solo...e da solo ad allenare altri. Questo mi bastò per capire alcune cose: sicuramente all'inizio non sapevo nulla di nulla ed andavo per logica e tentativi. Però tanti ragazzi erano contenti dei risultati. Questo dovrebbe far pensare.......che in questo sport anche se sbagli e fai errori madornali, in qualche modo vedi un risultato.

SVANTAGGI(alcuni) DEI METODI TRADIZIONALI_
- sviluppo non equilibrato dei vari gruppi muscolari;
- i pesi aumentano e la tecnica diventa sempre più scarsa o non migliora poichè dedichi poco tempo ad eseguire alcuni movimenti e pensi solo ad alzare i pesi ...
- si va in stallo velocemente: si pensa solo a far recuperare i muscoli, ma la testa spesso non arriva a capire che il sistema interno (sistema nervoso ecc..) vanno sotto stress anche se si allenano gruppi differenti;
- man mano che aumentano i carichi il SNC viene sottoposto ad uno stress sempre maggiore con le conseguenze dovute;
- rischio di infortunio dovuto alla scarsa tecnica e perchè si cerca sempre il cedimento e le forzate;
- stallo dei carichi entro breve tempo


VANTAGGI(alcuni):
- le split bene impostate permettono un lavoro specifico differenziato;
- possibilità di gestire meglio il recupero dei vari gruppi muscolari ;
- possibilità di fare più esercizi quindi di aumentare il volume su ogni distretto muscolare senza incorrere alle complicazioni rispetto a metodi con frequenza maggiore.
- buon metodo per gestire l'allenamento per braccia e spalle.
- meno stress alla colonna e forse articolare in genere.



Detto questo, si può capire che è un errore sin da principianti lavorare in questo modo perchè poi non si è più in grado di andare avanti nel corretto modo, ma si dovranno mettere tante toppe per recuperare tutti gli errori.

Il cedimento.
Da principianti arrivare a cedimento , a parte il fatto che ciò tende enormemete a trascurare la tecnica in favore del carico, non è così devastante per vari motivi come la non efficienza del sistema nervoso ecc..

Arrivati a certi carichi e dopo una certa esperienza di allenamento ciò inizia a diventare un problema. Il cedimento, le serie forzate, le negative ecc... devono essere gestite in un certo modo . E' difficile determinare quante serie a cedimento si possono portare ad ogni allenamento ecc.. ma la cosa sicura è che più vai a cedimento ed oltre , maggiormente stressi il SNC compromettendo i risultati , anche se crei più microlacerazioni alle fibre. Non è detto poi che più microlaceri più cresci. Se il danno è troppo esteso non progredisci ma regredisci.

Un buon metodo è quello di considerare il cosiddetto : eterocronismo del ripristino muscolare (rivisto da Currò) in cui si tiene in considerazione il recupero ottimale dei gruppi (in base alla curva di compensazione teorica e non precisa) , la frequenza ottimale (o quasi) per ogni gruppo (perchè è diversa) e il recupero del sistema interno.

Da qui si capisce che non avrebbe senso impostare tabelle a giorni fissi con gruppi muscolari da allenare nei giorni stabiliti, senza variazioni , rotazioni ecc..

Inoltre si capisce che sarebbe opportuno inserire dei cicli di recupero (variabili) tipo lo schema teschiene-bellotti-donati (pesante, medio , leggero).

Più cerchi il cedimento, più rarefatta deve essere la frequenza di allenamento, meno deve durare il wo.

Differente è il discorso di allenamento a percentuali stabilite (meglio dalla fase intermedia in poi) ed allenamenti bufferati, che ti permettono di alzare il volume sui multiarticolari settimanale, aumentare la frequenza, imparare rapidamente le tecniche e di arrivare a certi carichi molto più velocemente .
Che senso ha vedere uno grosso sproporzionato che fa 100 kili di bench press con rimbalzo, gambe sopra la panca e con tanto di aiuto?

La ricerca dell'ipertrofia è una conseguenza di tutto il resto. Il principiante che cerca l'ipertrofia sin dalla prima settimana sbaglia, sbaglia sbaglia. Ha troppa fretta, vuole crescere...non si rende conto degli eventuali problemi posturali ecc...della possibilità di mandare tutto all'aria...

Dopo qualche anno dal mio esordio conobbi le tecniche di Mentzer, Mc Robert ecc... che nonostante i limiti portavano schemi razionali e strutturati e non presi a caso e a sensazione.
Penso che tutti siamo cresciuti con i principi Weider, gli allenamenti alla Arnold ecc...ma penso che ognuno li abbia sempre interpretati a modo suo, quindi insegnati in modo scorretto. Inoltre quasi nessuno di questi istruttori esperti aveva mai letto un libro. La loro conoscenza era ereditata da chi li aveva preceduti (i loro preparatori)...e con tanto di personalizzazione. quando una informazione non la si passa nella sua originalità (documento scritto) diviene distorta.
Chi ebbe la testa per accettare differenti vie ..potè provare varie metodologie di allenamento(compreso il sottoscritto). Il risultato fu migliore in generale.

La svolta fu quando conobbi Currò ...iniziai a considerare uno splittaggio a rotazione e soprattutto a considerare le totalbody e le split AB (per me molto produttive fino a livello intermedio in ottica da BBer).

Negli ultimi anni ho invece testato gli allenamenti bufferati, la multifrequenza, le percentuali fisse (anche commettendo errori); quando eseguiti con criterio hanno portato a risultati migliori, tecniche migliori, pesi più elevati. Tanti ragazzi , anche secchi, hanno superato in poco tempo il massimale di 100 KG di panca con pausa al petto.

Chi non ha la testa giusta, nel senso che pensa sempre al cedimento e le forzate, non potrà mai lavorare in multifrequenza perchè sconsigliato. Ecco perchè poi va a dire che funzionano meglio per lui le schede splittate.



Questo è un discorso generale ....che può farti un pò riflettere.

IL TUO CASO:
Giustamente non conoscendoti, non so come effettivamente ti sei costruito.
Con il discorso precedente non voglio dire che lo splittaggio non serve..anzi. Però occorre considerare alcune variabili fondamentali.
Ricorrere più volte l'anno allo splittaggio, in un'ottica da BBer per me è fondamentale, così come le specializzazioni e la cura dei gruppi carenti. Al contrario i pesisti pensano più alle alzate ed aumentare il massimale.

LA GENETICA:
Non conosco la tua genetica teorica di partenza. Vedendo la foto del tuo braccio mi pare di capire che appartieni almeno alla categoria mista sanguigno-bilioso o b ilioso -sanguigno o cmq ha le loro compomenti (vedi 3d specifico). Questo può voler dire patrimonio genetico di fibre adeguato (abbondante) , più portato al lavoro fisico, quindi con opportune attenzioni vuol dire possibilità di raggiungere ottimo sviluppo fisico. A che livello, dipende sempre da tutto ciò che sappiamo : allenamento , dieta, riposo e...integrazione. Hai per lo meno una BMW e la devi potenziare il più possibile, a differenza di chi ha una Fiat Punto ...che potenziata al massimo senza arrivare al potenziale della BMW originale.


Spero di aver dato un'idea che possa essere una base per un confronto di opinioni futuro..e mi scuso degli errori di scrittura ecc....
__________________
:nonon: ].

"Ti volevamo fare un pensierino ma poi ci sta la crisi ed è rimasto solo il pensierino!"
nazarenocannuci non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 06-08-2010, 22.49.56   #46
nazarenocannuci
Body Builder di Bronzo
 
L'avatar di nazarenocannuci
 
Data registrazione: 06-07-2008
Residenza: sicilia
Messaggi: 3,602
Predefinito

ho visto le foto. Complimenti...bel fisico ..però avevo ragione io partivi da un a genetica di fibre non indifferenti.
__________________
:nonon: ].

"Ti volevamo fare un pensierino ma poi ci sta la crisi ed è rimasto solo il pensierino!"
nazarenocannuci non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 16-08-2010, 09.19.50   #47
ULTRA
Body Builder d' Oro
 
L'avatar di ULTRA
 
Data registrazione: 22-07-2010
Residenza: roma
Messaggi: 14,392
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nazarenocannuci Visualizza messaggio
ho visto le foto. Complimenti...bel fisico ..però avevo ragione io partivi da un a genetica di fibre non indifferenti.
no nazareno ti postero' le foto cosi' capirai,ero simile a te,a quella foto che hai postato di quando eri piccolo, solo che io avevo 18 anni.
__________________
LA MISURA PIU' CRUENTA...
E' SPESSO RISCHIOSA...
IN UN AMBITO CRUENTO....
E' LA PIU' SICURA.


claudio.
ULTRA non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 16-08-2010, 09.54.44   #48
ULTRA
Body Builder d' Oro
 
L'avatar di ULTRA
 
Data registrazione: 22-07-2010
Residenza: roma
Messaggi: 14,392
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nazarenocannuci Visualizza messaggio
ho visto le foto. Complimenti...bel fisico ..però avevo ragione io partivi da un a genetica di fibre non indifferenti.
grazie per aver speso tutto questo tempo sul mio diario lo sto' leggendo e rileggendo ,nuovi spunti e nuove cose da "rubarti" e da imparare a me ste cose piacciono tantissimo!!!
ora ti rispondo col mio solito poema petulante..eheheh spero che tu abbia pazienza da vendere e grazie ancora naza !!!!:103:
__________________
LA MISURA PIU' CRUENTA...
E' SPESSO RISCHIOSA...
IN UN AMBITO CRUENTO....
E' LA PIU' SICURA.


claudio.
ULTRA non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 16-08-2010, 10.33.34   #49
ULTRA
Body Builder d' Oro
 
L'avatar di ULTRA
 
Data registrazione: 22-07-2010
Residenza: roma
Messaggi: 14,392
Predefinito

allora ...rispondo alla parte...:"mangia e spingi fino alla morte"....
dunque...a questa tipologia di allenamento sono arrivato dopo 2 o 3 anni di allenamento,fortunatamente gli articoli e gli allenamenti di arnold o anche altri piu' vicini a noi non li ho mai presi in considerazione,li ho letti e studiati ma gia' mi era chiaro che non facevano al mio caso,prima di tutto erano gli anni 80,e mi inchino ai nostri maestri,ma il bb era andato avanti e nuove conoscenze scientifiche e di allenamento portavano a risultati piu' remunerativi,un natural odierno ben organizzato arriva ad un livello simile di un mr universo degli anni 70.
poi la tipologia di allenamento che effettuo ti assicuro che non e' per niente comune ....i "gigantoni" di flex e tutte le riviste "satinate" si allenano praticamente al contrario rispetto a questa tipologia,quindi posso affermare che non e' assolutamente popolare.
e poi permettimi questo....quei ragazzi di cui tu parli non hanno nulla a che vedere con questa tipologia...ti spiego...:
mangia e spingi e' l abc....ma non significa tirare su tanto ferro e basta,e' riduttivo,non ci siamo (io e altri) allenati in maniera cosi' istintiva come credi,e non abbiamo puntato cecamente a tirar su' ferro con la tecnica di un boscaiolo ,i volumi di allenamento di arnold sono impensabili per uno che si allena come me e se il petto "non cresce" e' impensabile spingere di piu'....casomai cercare la chiave per lo sviluppo ,non e' cosi' rozzo e istintivo come puo' sembrare,tu mi riporti alla mente i vecchi frequentatori delle mie prime palestre,grossi e fatti male che mangiavano kili di riso dentro le ciotole seduti sulla panca,....e' riduttivo ti ripeto,lo credo bene che non arrivavano da nessuna parte e dopo 2 anni di allenamento si piantavano come un'ombrellone !!! andavano sicuramente in stallo quando "la macchina" aumentava di dispendio energetico e loro non si evolvevano di conseguenza attraverso recuperi cibo e tecniche adeguate.
no e' cosi' dozzinale come lo hai dipinto nella prima parte del post,anzi,e' il contrario.
e per quanto riguarda la tecnica successivamente mi spieghero' meglio.
__________________
LA MISURA PIU' CRUENTA...
E' SPESSO RISCHIOSA...
IN UN AMBITO CRUENTO....
E' LA PIU' SICURA.


claudio.

Ultima modifica di ULTRA : 16-08-2010 alle ore 10.38.25.
ULTRA non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 16-08-2010, 12.01.44   #50
ULTRA
Body Builder d' Oro
 
L'avatar di ULTRA
 
Data registrazione: 22-07-2010
Residenza: roma
Messaggi: 14,392
Predefinito

rispondo alla seconda parte....:" svantaggi"....

scusa nazareno non me ne volere ma chi era sta gente???!!!
questi ragazzi che stai citando sono veramente persone che prendono il massimo del peso che possono e lo maneggiano pedestremente credendo di fare bb.
e' chiaro che non avevano uno sviluppo equilibrato....prma di tutto alcuni blocchi non si sviluppano e purtroppo non dipende da noi :00032024:
e poi probabilmente trattavano tutti i blocchi nella stessa maniera,che e' una cosa tipica di una "scheggia"(principiante,pivello... )infatti non e' assolutamente un'allenamento per principianti , non puoi pretendere di avere prestazioni di una lamborghini con una 500 ,ti schianti,o continui a spingere sull'acceleratore inutilmente fondendo il motore.
cosi' e' chiaro che ti infortuni...come fare rematori con bilancere pesanti non avendo glutei lombari e femorali,scusami naza ma queste son persone ignoranti che non hanno n minimo di "cultura",tu parli di gente che aumenta su p.piana senza criterio e tirando su' come possono il bilancere per far crescere il petto,invece di trovare la chiave del suo sviluppo,e' chiaro che stallano! la "macchina" si potenzia e loro non seguono il suo sviluppo adattando recuperi cibo e tecniche di allenamento,cosi' si va incontro al cedimento strutturale.
probabilmente e' colpa mia,forse dai messaggi che ho scritto si evince che ho tirato su' il massimo dei pesi che potevo e ho avuto fortuna crescendo per via del fatto che ho una buona genetica ma ti assicuro che e' riduttivo,e questa tipologia di allenamento e' molto piu' accurata e seria di quelli in palestra che hai visto tu,arrivando ai limiti sai quale e' il tuo potenziale reale e lo maneggi con cautela non come quelle persone che arrivano allo stallo perche' spingono solo piu peso pensando che li faccia crescere, quelli sono ignoranti naza.
__________________
LA MISURA PIU' CRUENTA...
E' SPESSO RISCHIOSA...
IN UN AMBITO CRUENTO....
E' LA PIU' SICURA.


claudio.
ULTRA non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 16-08-2010, 12.43.25   #51
ULTRA
Body Builder d' Oro
 
L'avatar di ULTRA
 
Data registrazione: 22-07-2010
Residenza: roma
Messaggi: 14,392
Predefinito

rispondo all'ultima parte....."il cedimento"....
e' profondamente sbagliata l'associazione cedimento/peso pesantissimo/tecnica sbagliata/pesi ingovernabili...ecc.ecc
guardate gli allenamenti di yates,e prendete una serie qualsiasi e avrete una corretta visione di una serie a cedimento,per la tecnica spendero' qualche parola dopo.
prima di tutto il cedimento si puo' raggiungere anche con un carico del 30% e con una tecnica esemplare,e cosi' anche con un peso al "limite"
secondo... la forzata non e' un tirare o spingere scomposto emettendo suoni molesti dalla glottide e dall'ano con un compagno che ti sputa addosso.
vediamo tutti i giorni in palestra gente che fa di queste cose e se prendiamo queste "scheggie "(che magari si allenano anche da 10 anni)come esempio mi ritengo offeso e molestato :rotl: :rotl: :rotl: .
ripeto ...:guardate una sola serie di yates e capirete dove voglio arrivare.
quando il mio compagno arriva al limite e comincia la forzata le mie parole sono...:
"fermo!!controlla anche il buco del cxxo ,ordinato,concentrati e non coinvolgere altro!al resto penso io"!
questo per farti capire naza che e' il contrario del "dozinale e pedestre",li' siamo in territorio minato e ogni piccolo errore puo' essere un disastro,non c'e' rimbalzo o oscillazione e non si ruba come vedi fare in giro,quelli non sanno cosa fanno e sopratutto non serve a nulla ,il peso lo solleva la gravita',l'inerzia,gli altri muscoli che non sono bersaglio ecc ecc.
i w.o. sono chiaramente brevi,l'ho gia' detto, e anche se e' vero che non sempre "piu' microlaceri piu' cresci"....e' vero anche che "se non laceri non potrai mai crescere" e le palestre sono piene di gente che si allena da 20 anni e sta' seduta su una panca con il suo taquino che sembra giacomo leopardi e dopo 20 anni hanno le braccia di giacomo leopardi appunto:rotl: !!
quindi andare al limite come fa un camionista che va' in palestra da due settimane (che e' cio' che hai scritto sopra) e' ben diverso da andare ai limiti con criterio ciclizazzioni e accuratezza.
non mi rispecchio in quelle persone di cui hai parlato prima e non sono arrivato a questa tecnica di allenamento consigliato da vecchi bodybuilder con vecchie credenze ,anzi il contrario,pensa che ancora non capisco cosa significhi 3x10 e come sia possibile farlo!(parlo per l'ipertrofia)se lo si fa' per me ci deve essere un errore di fondo.
__________________
LA MISURA PIU' CRUENTA...
E' SPESSO RISCHIOSA...
IN UN AMBITO CRUENTO....
E' LA PIU' SICURA.


claudio.

Ultima modifica di ULTRA : 16-08-2010 alle ore 12.46.30.
ULTRA non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 16-08-2010, 12.51.32   #52
ULTRA
Body Builder d' Oro
 
L'avatar di ULTRA
 
Data registrazione: 22-07-2010
Residenza: roma
Messaggi: 14,392
Predefinito

http://www.youtube.com/watch?v=w6xgPmwAA8A



queste sono forzate,questo e' il limite e come va affrontato,non confuse strattonate,ordine e niente paura dei carichi,tutto in sicurezza.......e se poi ti fai male....be' chi va al mulino si infarina ! potevate andare a giocare a golf!
hahahah scherzo ragazzi.
__________________
LA MISURA PIU' CRUENTA...
E' SPESSO RISCHIOSA...
IN UN AMBITO CRUENTO....
E' LA PIU' SICURA.


claudio.

Ultima modifica di ULTRA : 16-08-2010 alle ore 12.55.24.
ULTRA non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 16-08-2010, 13.32.33   #53
ULTRA
Body Builder d' Oro
 
L'avatar di ULTRA
 
Data registrazione: 22-07-2010
Residenza: roma
Messaggi: 14,392
Predefinito

tecnica e principianti

come detto prima...:non e' assolutamente detto che pesi pesanti e forzate vadano a scapito della tecnica...
e poi cosa e' questa tecnica?
ci si concentra all'ossessivita' a volte sulla tecnica per due motivi fondamentali...:

primo ..vogliamo essere sicuri che cio' che stiamo facendo sia efficace,e siamo portati a pensare che se lo facciamo perfettamente allora avra' il massimo dell'efficacia.

secondo...se lo facciamo tecnicamente perfetto eviteremo sicuramente di farci male,e da qui' vedi persone che pesano 80 kg fare rematore unilaterale con 15kg dopo essersi allenati da circa 3 anni e guardano te che ne tiri su' 40 e alzano i sopracigli perche' mentre lo fai muovi leggermente il gluteo.

-----premetto che la tecnica e' importantissima------!!!!!!!

....bentornati dal regno di oz ...:anche se la tecnica e' perfetta puoi farti male comunque e non solo...quando maneggerai pesi VERI (perche' per crescere ci vogliono i pesi veri)ti renderai conto che devi variare leggermente le tecniche degli esercizi seguendo la fisiologia del tuo corpo altrimenti ti farai molto molto male, perche' le tecniche sono standard per la fisiologia umana ed e' giustissimo rispettarle ma e' una regola generale che vale sopratutto agli inizi,dopo quando si comincia a "girare davvero" ci si rende conto che ogni struttura umana differisce per mobilita' e caratterustiche fisiche e "delle PICCOLE variazioni " nelle tecniche sono necessarie per "sentire" o colpire meglio i muscoli bersaglio o per evitare di farsi male quando la struttura fisica viene portata al limite.(perche' se vuoi crescere devi andare al limite non stagnare su quello che gia' hai)

-----non sto' dicendo di fare un rematore unilaterale con la tecnica di accenzione di una motozappa!!!!--------bada bene non sono folle.

dico che quando fai un curl con bilancere in piedi per i bicipiti con 20kg e pesi 80kg la tecnica da manuale non fa una piega,ma quando lo fai con 50kg probabilmente porterai indietro la schiena,,,e non e' bb,e' fisica!
se quando faccio i rematori con bilancere con 120kg tengo le ginocchia bloccate mi provoco una protusione alla schiena se mi dice bene,tutto dipende da chi lo fa' e da come lo fa' e sopratutto dal fatto di sapere cosa puoi permetterti di fare e cosa no.
questo non vale per i principianti chiaramente!
e abbiamo scoperto che diversi atleti che avevano problemi ai gomiti li avevano proprio perche' facevano tecniche per i tricipiti da manuale ,e mentre la potenza ed i carichi aumentavano loro non seguivano i con i movimenti delle braccia la loro fisiologia.e' bastato variare di 2,3 cm le angolazioni delle braccia ed i dolori sparirono

ripeto----non sto dicendo che la tecnica corretta sia sbagliata...lungi da me--

quindi dico semplicemente che andando avanti con l'esperienza si deve capire che la tecnica deve essere versatile e non e' un "must" che ci assicura di avere piu' risultati e meno probabilita' di infortunio.ma seguire anche la propria fisiologia ,chiaramente nei limiti della sicurezza e non in maniera sconsiderata.
quante volte l'esecuzione e' perfetta ma non sentite lavorare un muscolo!!!???la tecnica e' un "tornio" va registrato e livellato su ogni struttura partendo dai ranges delle esecuzioni corretti naturalmente.
__________________
LA MISURA PIU' CRUENTA...
E' SPESSO RISCHIOSA...
IN UN AMBITO CRUENTO....
E' LA PIU' SICURA.


claudio.

Ultima modifica di ULTRA : 16-08-2010 alle ore 13.45.30.
ULTRA non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 16-08-2010, 14.36.50   #54
ULTRA
Body Builder d' Oro
 
L'avatar di ULTRA
 
Data registrazione: 22-07-2010
Residenza: roma
Messaggi: 14,392
Predefinito

i principianti.......:


i principianti sono utilissimi come carichi aggiuntivi e fonte proteica....stop
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
scherzoooo!!!!!! quando li mordi urlano!:rotl:

no! a parte le cialtronate,per i principianti chiaramente non sono indicate queste cose che ho detto sopra,hanno bisogno di metodologie diverse e tecniche accurate che ancora non sono nella loro organica quindi un 'adattamento alle tecniche ed un'aproccio all'allenamento serio e con criterio e' la cosa piu' importante.......
ma anche qui' ....c'e' qualcosa che non mi torna.
dunque...premesso che la tecnica e' la cosa fondamentale...molti di noi che hanno lavorato nelle palestre sicuramente avranno notato come ci sia gente che si allena da 20 anni ed e' ancora una "scheggia"(pivello,iniziato..principiante, pulcino:rotl: :rotl: tortellino fagottino ripieno:rotl: )
questo dipende molto da "chi li ha avuti in cura",i primi istruttori che gli hanno messo le mani addosso...mi spiego.
e' vero che il principiante non e' in grado di lavorare con un alta intensita' ed e' vero che il suo corpo ha risposte chiaramente diverse da un avanzato perche' "non conosce neanche i suoi muscoli e non sa' usarli" ma io dico....e mi chiedo!!!!....:un'istruttore che prepara per 6 settimane un principiante ,possibile che non gli abbia mai e dico mai fatto fare una serie a cedimento??!! solo una! controllandolo in ogni cm del suo corpo e con una tecnica da manuale,perche' chiaramente serve solo come parametro,per fargli capire cosa e' intenso e cosa no!?dove puo' arrivare e dove no!le sensazioni che provoca un lavoro muscolare oneroso.... questo si fa anche con i bambini e con i ragazzi di 20 anni in palestra no?ripeto almeno una volta e controllandolo minuziosamente!
no! non viene fatto! gli si insegna tutti i caratteri dell'alfabeto,tutte le forme in cui si possono scrivere le lettere ma nessuno gli fa scrivere "casa",tutte le formule di allenamento dei begnamini e guru del bodybuilding ma non dove possono arrivare col loro corpo,
poi dopo 10 anni te li ritrovi in palestra con la struttura fisica di uno smigol con i 5 kg in mano che fanno spinte per il petto e ti chiedono ..:"cosa posso fare per la parte alta del petto?non mi cresce" ! e tu che gli dici?...:"procurati un ak 47 e scaricalo addosso al primo astruttore che ti ha lasciato credere che i muscoli crescevano con la pedana vibrante".
e' chiaro che se lasci la gente alla deriva e gli fai credere che l'intensita' alta sia arrivare a dieci ripetizioni e poter canticchiare "bongi bongi bo bo bo" quelli crederanno che tu che pesi 85 kg duro come un sasso hai fortuna e sei geneticamente fortunato....ma per favore ma quale genetica !!!! queste persone sono qui' da 5,10 anni gli hanno riempito la testa di nomi,formule matematiche percentuali curve paraboliche grafici che neanche Jhon Nash ci capisce un' h ....:muro: e non sanno neanche quando possono sollevare decentemente con un curl per bicipiti perche' nessuno gli ha fatto capire quali sono i limiti da spingere.
i principianti non sono certo adatti a una tipologia intensa ,chiaro,ma non sono andicappati,vanno fatti "spingere" in base alle loro capacita' ,e gli va' mostrato cosa e' una serie vera,un'intensita' degna e via dicendo e se sulla panca piana muovono di un cm la spalla non muore nessuno, sono altre le cose di cui hanno bisogno,e non e' assolutamente detto che dopo 3 anni di allenamenti pesanti e con criterio smettano di avere risultati,anche se fosse quallo che loro raggiungono in 3 anni la maggiorparte dei "tecnicomatematicibodybuilder" lo raggiungono in 10 anni.
__________________
LA MISURA PIU' CRUENTA...
E' SPESSO RISCHIOSA...
IN UN AMBITO CRUENTO....
E' LA PIU' SICURA.


claudio.

Ultima modifica di ULTRA : 16-08-2010 alle ore 14.40.03.
ULTRA non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 16-08-2010, 18.31.09   #55
nazarenocannuci
Body Builder di Bronzo
 
L'avatar di nazarenocannuci
 
Data registrazione: 06-07-2008
Residenza: sicilia
Messaggi: 3,602
Predefinito

Ciao. Ho letto tutto...spero di aver capito ciò che ai scritto. Forse però non hai letto bene il mio post. Parlavo in generale di splittaggio, cedimento, tecnica, genetica sia nella fase principiate che nelle fasi successive.

FASE PRINCIPIANTE:
Da ciò che ho letto la mia opinione non si discosta dalla tua, però è ovvio fare alcune precisazioni.
Tecnica. La prima cosa che occorre insegnare ad un principiante sono gli esercizi base(Per semplicità omettiamo casi di problemi posturali, patologie vertebrali ecc....supponiamo che il soggetto sia sano e voglia fare BB). Gli esercizi base principali come tu sai sono: Squat, Trazioni e/o rematore , spinte orizzontali per il petto, spinte sul piano verticale per le spalle e/o rematore verticale..... Ci sarebbe anche lo stacco ovviamente .
Riguardo gli esercizi complementari abbiamo una vasta scelta. Specialmente per un discorso di coordinazione ed interessamento di tutti gli stabilizzatori di un movimento, escluderei il più possibile l'utilizzo delle macchine almeno nei primi tempi. L'errore invece che si fa sempre è quello di utilizzare le macchine il più possibile per il semplice fatto che l'istruttore non si mette dietro ad ogni persona ad insegnargli l'esecuzione perfetta in tutto. Se hai 5 allievi è un conto, se ne hai 100 la cosa cambia. Calcola pure che tanti ci stanno 3 mesi prima di ricordarsi il nome di un esercizio..va beh. Il discorso tecnica corretta è inteso come movimento studiato come sicuro specialmente negli esercizi base a rischio. Se fai uno stacco od uno squat senza avere una determinata "postura" di esecuzione plasmata sul soggetto dopo aver capito il movimento di base standard, sicuramente prima o poi si farà male. Questo è il significato di tecnica. In un curl con bilancere , tecnica non vuol dire stare bloccato con la schiena ed eseguire un piegamento/estensione completo...ma evitare oscillazioni sbilanciate e scoordinate (quindi non controllate) perchè prima o poi ti fai male. Appena capisci come devi oscillare e come imparare a reclutare il maggior numero di unità motorie allora si oscilla . Quindi prima si insegnano i movimenti come andrebbero fatti, poi , dopo un certo tempo ognuno li plasma su di se. E qui mi lego al discorso di variare gli angoli di 2-3 cm ecc..a cui ti riferivi.(discorso che facevi su tecnica accademica iniziale e poi personalizzarla)
nota aggiuntiva alla discussione: lo stacco: Se non lo si fa cn quella tecnica di partenza....consiglio di non farlo affatto. Lo stacco da PL come Dio comanda è il movimento base. Poi vengono tutti gli altri. Se uno non si rende conto di cosa vuol dire tenere la schiena, avere uin controllo sugli stabilizzatori , inutile che si mette a fare lo stacco rumeno (gambe tese o quasi) pensando di lavorare su femorali ecc.. Su alcuni esercizi come questo il set up è fondamentale. Se esegui uno squat sopra o molto sopra il parallelo, gli enormi carichi ti servono solo a farti male.
Questo per far capire che in alcuni movimenti il margine di personalizzazione è molto minore rispetto ad altri.
imparare tecniche ed esercizi. Per far ciò occorre ripetere i movimenti complessi più volte possibile , quindi non puoi andare sempre a cedimento, ma ovviamente a cedimento ci devi arrivare se non spesso ...quasi, facendo in modo di non essere dolorante per l'allenamento successivo. Detto questo imparare anche a mangiare correttamente (non ti servono inizialmente chissà quali calorie e sacrifici) e si può progredire per mesi. Per me, magna e spingi vuol dire questo.

continua....
__________________
:nonon: ].

"Ti volevamo fare un pensierino ma poi ci sta la crisi ed è rimasto solo il pensierino!"

Ultima modifica di nazarenocannuci : 16-08-2010 alle ore 18.35.56.
nazarenocannuci non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 16-08-2010, 18.33.46   #56
Aliseo
Body Builder d'Acciaio
 
L'avatar di Aliseo
 
Data registrazione: 15-10-2009
Residenza: Puglia
Messaggi: 599
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da ULTRA Visualizza messaggio
rispondo all'ultima parte....."il cedimento"....
e' profondamente sbagliata l'associazione cedimento/peso pesantissimo/tecnica sbagliata/pesi ingovernabili...ecc.ecc
guardate gli allenamenti di yates,e prendete una serie qualsiasi e avrete una corretta visione di una serie a cedimento,per la tecnica spendero' qualche parola dopo.
prima di tutto il cedimento si puo' raggiungere anche con un carico del 30% e con una tecnica esemplare,e cosi' anche con un peso al "limite"
secondo... la forzata non e' un tirare o spingere scomposto emettendo suoni molesti dalla glottide e dall'ano con un compagno che ti sputa addosso.
vediamo tutti i giorni in palestra gente che fa di queste cose e se prendiamo queste "scheggie "(che magari si allenano anche da 10 anni)come esempio mi ritengo offeso e molestato :rotl: :rotl: :rotl: .
ripeto ...:guardate una sola serie di yates e capirete dove voglio arrivare.
quando il mio compagno arriva al limite e comincia la forzata le mie parole sono...:
"fermo!!controlla anche il buco del cxxo ,ordinato,concentrati e non coinvolgere altro!al resto penso io"!
questo per farti capire naza che e' il contrario del "dozinale e pedestre",li' siamo in territorio minato e ogni piccolo errore puo' essere un disastro,non c'e' rimbalzo o oscillazione e non si ruba come vedi fare in giro,quelli non sanno cosa fanno e sopratutto non serve a nulla ,il peso lo solleva la gravita',l'inerzia,gli altri muscoli che non sono bersaglio ecc ecc.
i w.o. sono chiaramente brevi,l'ho gia' detto, e anche se e' vero che non sempre "piu' microlaceri piu' cresci"....e' vero anche che "se non laceri non potrai mai crescere" e le palestre sono piene di gente che si allena da 20 anni e sta' seduta su una panca con il suo taquino che sembra giacomo leopardi e dopo 20 anni hanno le braccia di giacomo leopardi appunto:rotl: !!
quindi andare al limite come fa un camionista che va' in palestra da due settimane (che e' cio' che hai scritto sopra) e' ben diverso da andare ai limiti con criterio ciclizazzioni e accuratezza.
non mi rispecchio in quelle persone di cui hai parlato prima e non sono arrivato a questa tecnica di allenamento consigliato da vecchi bodybuilder con vecchie credenze ,anzi il contrario,pensa che ancora non capisco cosa significhi 3x10 e come sia possibile farlo!(parlo per l'ipertrofia)se lo si fa' per me ci deve essere un errore di fondo.
Quoto tutto!:00032006:
La chicca di Leopardi è da ricordare per sempre!::
Aliseo non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 16-08-2010, 18.55.07   #57
nazarenocannuci
Body Builder di Bronzo
 
L'avatar di nazarenocannuci
 
Data registrazione: 06-07-2008
Residenza: sicilia
Messaggi: 3,602
Predefinito

FASE POST PRINCIPIATE:
qui iniziamo a considerare qualche tecnica di intensità come forzate, pause nel set, set multipli ecc... per far capire all'allievo che il cedimento non è il punto critico finale,,,ma che c'è l'oltre (l'ultra ). Si può parlare di split a 2 a 3 a 4....quello che vuoi, m a devi iniziare a considerare come sei fatto. Nella fase principiate hai imparato bene o male le esecuzioni degli esercizi (teoricamente). Ora devi capire che per eseguire bene molti movimenti (ogni singola ripetizione molto simile a quella successiva = tecnica ) ci voglio anni, alzata dopo alzata, trazione dopo trazione...soprattutto negli esercizi base. Qui entra il fondamentale supporto degli esercizi detti " di assistenza". Devi capire quali gruppi stanno andando avanti e quali stanno rimanendo indietro. Se ad esempio non ti cresce il petto ovviamente devi trovare, come dici tu , la chiave dello sviluppo. Ma per trovare questa chiave occorre studiare la fisiologia, la biomeccanica "generale" del movimento e soprattutto la tua catena cinetica, intuendo quali potrebbero essere i muscoli più potenti. Ad esempio il petto non cresce se sei triceps dominant o shouder dominant poichè la maggior parte del lavoro è svolto da questi muscoli. appena cedono , la serie si interrompe e i pettorali sono freschi. Questi sono solo 2 casi esempio. Il petto può non crescere se è troppo stimolato (troppi esercizi oppure frequenza elevata e cedimento ricorrente). il segreto sta nel trovare il giusto equilibrio:
- stimolo adeguato non eccessivo che non crei microlacerazioni molto estese ..ma ovviamente ci devono essere
- recupero locale adeguato
- RECUPERO SISTEMICO ADEGUATO: non bisogna pensare che se faccio una 3 split alleno gruppi diversi, quindi se tiro sempre a cedimento i singoli gruppi recuperano.

ma non sono le uniche variabili.
Cedimento si , cedimento no....ok...ma cedimento ogni quanto ed in quante serie? in quanti gruppi? E lo scarico? si o no? come faccio a determinare come e quando scaricare? ad un certo livello le variabili da considerare aumentano.

LIVELLO AVANZATO:
GIà la parola cedimento è presa più con parsimonia ed ha un significato leggermente diverso. L'atleta avanzato può pensare di lavorare su penrcetuali di lavoro e con allenamenti bufferati e mettersi ovviamente alla prova decidendo in quale wo tirare a cedimento per notare i progressi.

a livello avanzato si lavora su molti fronti:
- TONNELLAGGIO MOLTO ELEVATO (RELATIVO)
- CONTROLLANDO LO STRESS DEL SNC
- IPERTROFIA: e penso che qui si va oltre alla storiella del 3x8 e 4x10
- FORZA. Molti intendono forza un lavoro a basse ripetizioni con tanto di cedimento e serie forzate. Personalmente se devo farmi curare un dente vado dal dentista e non da un tecnico di apparacchi per i denti. Sono entrambi medici e si occupano di una cosa simile, ma l'obiettivo è differente. Questo è per dire che se devo lavorare al massimo sulla forza vado a guardare come si allena un pesista e non tanto come si allena un classico BBer anche se forte.
- MASSIMIZZANDO L'EFFICACIA DEL RECUPERO TOTALE : SISTEMICO + LOCALE
ecc.......
__________________
:nonon: ].

"Ti volevamo fare un pensierino ma poi ci sta la crisi ed è rimasto solo il pensierino!"
nazarenocannuci non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 16-08-2010, 19.08.20   #58
nazarenocannuci
Body Builder di Bronzo
 
L'avatar di nazarenocannuci
 
Data registrazione: 06-07-2008
Residenza: sicilia
Messaggi: 3,602
Predefinito

GENETICA:
ti consiglio di leggere il 3d : biotipi morfologici nel forum. Qui contano ossatura, chimica cerebrale, quantità di fibre, reazione allo stress, regolazione naturale ormonale e metabolica. Da qui ne derivano gli hardgainer (non intendo quelli che cercano come scusa questa storia perchè non crescono) e gli easy gainer.

Conlcusione.
il discorso che fai è relativamente giusto ....però dico che occorre conoscere tanto e tanto. Questo è riferito a tutte quelle persone grosse...che non hanno mai aperto un libro di fisiologia...e non hanno mai visto e letto di certi autori, del perchè vengono proposti dei metodi di allenamento ecc... Sono convinti che , dato che loro sono ingrossati, tutti possono ingrossare facendo come loro. Se questo fosse vero tutto il lavoro di autori vari nel campo sarebbe inutile. Andrebbe avanti la teoria dell'ereditarietà (a cui mi riferivo nel primo post) ..tu insegni a me ..io poi insegno ai miei allievi e tutto ciò che serve lo imparo solo praticamente. Persone di mia conoscenza fanno così...con certe persone ottengono risultati,...quindi qualcosa che non torna c'è.
- postura e soluzioni nonchè scelta del lavoro appropriato
- alimentazione
- allenamenti produttivi massimi
- incremento della performace
- rischio minimo di infortunio
ecc.... ecc....sono temi che vanno approfonditi studiando ....per quel che possiamo..., confrontandoci tra di noi , riconoscendo gli errori e dimostrandoci anche umili.

Tu ad esempio sei uno che da quanto ho capito fa tutto ciò e cerca di aggiornarsi ed imparare...ma c'è gente , che a nche se grossa, non lo fa. E' presuntuosa e si nasconde dietro al fisico. Il mio discorso è rivolto specialmente a loro, nei tuoi riguardi è invece un confronto di ideee.


PSa principiante o intermedio non farei tanto riferimento a Yates , Coleman ed altri ..per ovvi motivi che non sto qui a dire.
__________________
:nonon: ].

"Ti volevamo fare un pensierino ma poi ci sta la crisi ed è rimasto solo il pensierino!"
nazarenocannuci non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 17-08-2010, 09.10.11   #59
ULTRA
Body Builder d' Oro
 
L'avatar di ULTRA
 
Data registrazione: 22-07-2010
Residenza: roma
Messaggi: 14,392
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nazarenocannuci Visualizza messaggio
Ciao. Ho letto tutto...spero di aver capito ciò che ai scritto. Forse però non hai letto bene il mio post. Parlavo in generale di splittaggio, cedimento, tecnica, genetica sia nella fase principiate che nelle fasi successive.

FASE PRINCIPIANTE:
Da ciò che ho letto la mia opinione non si discosta dalla tua, però è ovvio fare alcune precisazioni.
Tecnica. La prima cosa che occorre insegnare ad un principiante sono gli esercizi base(Per semplicità omettiamo casi di problemi posturali, patologie vertebrali ecc....supponiamo che il soggetto sia sano e voglia fare BB). Gli esercizi base principali come tu sai sono: Squat, Trazioni e/o rematore , spinte orizzontali per il petto, spinte sul piano verticale per le spalle e/o rematore verticale..... Ci sarebbe anche lo stacco ovviamente .
Riguardo gli esercizi complementari abbiamo una vasta scelta. Specialmente per un discorso di coordinazione ed interessamento di tutti gli stabilizzatori di un movimento, escluderei il più possibile l'utilizzo delle macchine almeno nei primi tempi. L'errore invece che si fa sempre è quello di utilizzare le macchine il più possibile per il semplice fatto che l'istruttore non si mette dietro ad ogni persona ad insegnargli l'esecuzione perfetta in tutto. Se hai 5 allievi è un conto, se ne hai 100 la cosa cambia. Calcola pure che tanti ci stanno 3 mesi prima di ricordarsi il nome di un esercizio..va beh. Il discorso tecnica corretta è inteso come movimento studiato come sicuro specialmente negli esercizi base a rischio. Se fai uno stacco od uno squat senza avere una determinata "postura" di esecuzione plasmata sul soggetto dopo aver capito il movimento di base standard, sicuramente prima o poi si farà male. Questo è il significato di tecnica. In un curl con bilancere , tecnica non vuol dire stare bloccato con la schiena ed eseguire un piegamento/estensione completo...ma evitare oscillazioni sbilanciate e scoordinate (quindi non controllate) perchè prima o poi ti fai male. Appena capisci come devi oscillare e come imparare a reclutare il maggior numero di unità motorie allora si oscilla . Quindi prima si insegnano i movimenti come andrebbero fatti, poi , dopo un certo tempo ognuno li plasma su di se. E qui mi lego al discorso di variare gli angoli di 2-3 cm ecc..a cui ti riferivi.(discorso che facevi su tecnica accademica iniziale e poi personalizzarla)
nota aggiuntiva alla discussione: lo stacco: Se non lo si fa cn quella tecnica di partenza....consiglio di non farlo affatto. Lo stacco da PL come Dio comanda è il movimento base. Poi vengono tutti gli altri. Se uno non si rende conto di cosa vuol dire tenere la schiena, avere uin controllo sugli stabilizzatori , inutile che si mette a fare lo stacco rumeno (gambe tese o quasi) pensando di lavorare su femorali ecc.. Su alcuni esercizi come questo il set up è fondamentale. Se esegui uno squat sopra o molto sopra il parallelo, gli enormi carichi ti servono solo a farti male.
Questo per far capire che in alcuni movimenti il margine di personalizzazione è molto minore rispetto ad altri.
imparare tecniche ed esercizi. Per far ciò occorre ripetere i movimenti complessi più volte possibile , quindi non puoi andare sempre a cedimento, ma ovviamente a cedimento ci devi arrivare se non spesso ...quasi, facendo in modo di non essere dolorante per l'allenamento successivo. Detto questo imparare anche a mangiare correttamente (non ti servono inizialmente chissà quali calorie e sacrifici) e si può progredire per mesi. Per me, magna e spingi vuol dire questo.

continua....
verissimo!! tutto quello che hai scritto, sono daccordo con te su stacchi squatt ... i rematori con bilancere che non fatti correttamente creano danni enormi,e se le esecuzioni sono sbagliate... nei primi periodi magari la passano liscia,ma quando i carichi salgono diventano problemi seri,e un'altro esercizio che fa danni se male insegnato...:la panca piana!!! vedo e sento molte persone che con la mania del peso eccessivo (io il peso ingente lo concepisco con criterio come avrai capito) e la tecnica sbagliata danneggiano piu' parti del loro corpo.
comunque e' vero anche che con certi individui e' impossibile lavorare :muro: hahaha,e' vero !!dopo 6 settimane di allenamento ti vengono a chiedere che peso usare per il curl in piedi :rotl: e se dici ..:"e che ne so"!"lo devi sapere tu"! ci rimangono pure male .
__________________
LA MISURA PIU' CRUENTA...
E' SPESSO RISCHIOSA...
IN UN AMBITO CRUENTO....
E' LA PIU' SICURA.


claudio.
ULTRA non è connesso   Rispondi citando
Vecchio 17-08-2010, 09.18.29   #60
ULTRA
Body Builder d' Oro
 
L'avatar di ULTRA
 
Data registrazione: 22-07-2010
Residenza: roma
Messaggi: 14,392
Predefinito

ecco naza.
perdona la qualita' ma non ho potutto fare di meglio,la foto con la maglietta nera avevo 17 anni,le altre due erano foto fatte negli spogliatoi ed erano gia' 2 anni che mi allenavo,precedentemente ero molto piu' magro ,58 kg.
Immagini allegate
Tipo file: jpg SDC10003.JPG‎ (84.8 KB, 55 visite)
Tipo file: jpg SDC10005.JPG‎ (255.6 KB, 67 visite)
Tipo file: jpg SDC10006.JPG‎ (251.1 KB, 57 visite)
__________________
LA MISURA PIU' CRUENTA...
E' SPESSO RISCHIOSA...
IN UN AMBITO CRUENTO....
E' LA PIU' SICURA.


claudio.
ULTRA non è connesso   Rispondi citando
Rispondi

Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 04.11.47.


Powered by vBulletin versione 3.7.0
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana : www.vbulletin.it
Body Building Italia 2002-2013