BODY BUILDING ITALIA  


Torna indietro   BODY BUILDING ITALIA > ARTICOLI E PUBBLICAZIONI > Integrazione
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca I messaggi di oggi Segna forums come letti

Rispondi
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione Modalità visualizzazione
Vecchio 28-11-2013, 17.00.04   #1
Enrico
Administrator
 
L'avatar di Enrico
 
Data registrazione: 19-09-2006
Residenza: Ovunque
Messaggi: 4,064
Predefinito La sorprendente glucosamina di Paolo Evangelista

di Paolo Evangelista

Nel 2004 quando iniziai il mio apprendistato da piccolo jedi Powerlifter mi scontrai con un problema tipico: l’epicondilite da squat, aggravata dalla marea assurda di trazioni alla sbarra. Alla fine non riuscivo nemmeno a sollevare mia figlia di 3 anni, cioè un carico estremamente leggero J.
Poiché lessi dell’efficacia della glucosamina solfato e della condroitina solfato, provai ad utilizzare questa roba. Mi feci fare le capsule in farmacia con le due componenti dosate “a modo” e iniziai questa terapia. Poiché nella prima settimana d’uso non notai nessun miglioramento, triplicai la dose. Poi sembrò funzionare, insieme al ghiaccio e ad altre terapie, e quadruplicai la dose. Poi l’epicondilite si assestò su livelli tollerabili e, finite le capsule (molto prima ovviamente della data prevista dato che ne avevo ingurgitate vagonate) non le feci rifare.
Periodicamente la glucosamina e la controitina tornano alla ribalta nel nostro ambiente come prodotti utili come terapia per velocizzare la guarigione dai dolori che affliggono il bravo palestrato, se non come acceleratore del processo rigenerativo delle cartilagini.
Il tono con cui questi prodotti vengono presentati è sempre, mi spiace dirlo, apocalittico: complotti delle case farmaceutiche che premono su farmaci ben più costosi, l’informazione free osteggiata dall’Ordine Sionista Mondiale dei medici foraggiati dalle case farmaceutiche di cui sopra (ebraiche, l’ho detto?), irruzioni notturne nelle case di chi diffonde informazioni non di regime.
Premetto che io non mi considero onnisciente, che i complotti esistono e che ce ne sono di terribili, ma sono sempre molto, molto scettico quando si giustificano le proprie posizioni tirandoli fuori. Premetto anche che sarei estremamente contento dell’efficacia della glucosamina e della condroitina perché ne prenderei a vagonate dato che adoro abusare delle medicine!
Pertanto mi sono documentato ed il risultato è stato sorprendente. Premetto infine che non ritengo quello che ho trovato esaustivo e conclusivo, ma invito tutti a non fidarsi e a ricercare in proprio: ho semplicemente usato Google…
Ok, ho scritto “glucosami” e Google mi ha proposto “glucosamine”. Vai così. Primo link, Wikipedia.

Un piccolissimo inciso su Wikipedia: c’è chi pensa che Wikipedia non sia affidabile in quanto ci possono scrivere tutti, ma questa è una castroneria abissale. Esistono studi che quantificano la bontà delle informazioni di Wikipedia in relazione a quella di altre enciclopedie cartacee, ma se non credete a queste pubblicazioni potete provare a modificare una voce e a vedere che succede… che so… “la glucosamina emette raggi di kriptonite pertanto è tossica per Superman” .
Ma il punto non è questo: chi è affetto da paranoie complottistiche dovrebbe vedere in Wikipedia veramente una fonte assolutamente libera di conoscenza. *****… ci possono scrivere TUTTI e pertanto non è sicuramente soggetta al controllo delle solite multinazionali! Wikipedia dovrebbe essere lo strumento d’elezione del complottista, invece no. Mah…
Wikipedia vi illustra cosa sia la glucosamina, che non è classificata come druga, non droga ma medicina, ma come dietary supplementa, integratore. Brevemente, glucosamina e condroitina che vanno insieme sono dei precursori delle componenti delle cartilagini, pertanto è ragionevole pensare che se introduco nel corpo umano questa roba, facilito la produzione dei mattoni che compongono le cartilagini articolari. Bla bla bla, un sacco di rimandi di chimica etc etc etc.
Interessante notare come metà del testo dell’articolo della Wiki sia relativo all’evaluation for health effects, alla valutazione degli effetti sulla salute. Risulta evidente che la criticità di questo prodotto sia nell’avere un effetto chiaramente documentabile.
Sono stati fatti un sacco di studi con effetti controversi, cito un passaggio che mi ha colpito: “ Multiple clinical trials in the 1980s and 1990s, all sponsored by the European patent-holder, Rottapharm, demonstrated a benefit for glucosamine” cioè “Test clinici multipli negli anni ’80 e ’90, tutti sponsorizzati dalla Rottapharm dimostrarono i benefici della glucosamina”
Quello che mi ha colpito non è l’efficacia o meno della glucosamina, ma il fatto che i test siano stati fatti da una casa farmaceutica… ma non erano quelle che osteggiavano i farmaci a basso costo ed alta efficacia bla bla bla? Forse questa Rottapharm è una casa farmaceutica indipendente… Avete mai notato che in tutti i complotti compare sempre dalla parte dei Ribelli Buoni il termine “indipendente”? Laboratori indipendenti, ricercatori indipendenti, teams indipendenti e così via.
Comunque, se scorrete si nota come dagli anni ’80 ad oggi sono stati condotti TANTISSIMI studi, la glucosamina NON E’ un prodotto messo da una parte, questo è certo. Studi singoli e meta-analisi, cioè studi sugli studi per confrontare i risultati. Che sono sempre stati controversi per l’eterogeneità dei protocolli, dei soggetti malati e così via.

Viene citato, allegando la fonte, uno studio del 2010 che analizza i risultati del 2009, materiale assolutamente recente che pertanto permette di giudicare tutto il passato. Si tratta del British Medical Journal, lo studio ha come titolo “Effects of glucosamine, chondroitin, or placebo in patients with osteoarthritis of hip or knee: network meta-analysis”. Ciò che mi ha colpito è proprio la conclusione dell’abstract, che cito.
"Compared with placebo, glucosamine, chondroitin, and their combination do not reduce joint pain or have an impact on narrowing of joint space. Health authorities and health insurers should not cover the costs of these preparations, and new prescriptions to patients who have not received treatment should be discouraged."
“Confrontate con un placebo, glucosamina, condroitina e una loro combinazione non riducono il dolore articolare o hanno un effetto nell’aumentare lo spazio articolare. Le autorità sanitare e i medici non dovrebbero finanziare i costi per questi preparati, e nuove prescrizioni verso pazienti che non hanno ricevuto terapie dovrebbero essere scoraggiate.”
Difficilmente ho trovato negli studi scientifici conclusioni con questo grado di certezza, lapidarie. Ho comunque continuato a ricercare, su Google ho scritto “glucosamine placebo filetypedf” e poi ho filtrato i risultati prendendo solo quelli dell’ultimo anno.
Il risultato è sempre lo stesso, la glucosamina e la condroitina confrontate con prodotti placebo (leggi: acqua fresca che sembra una medicina) non producono risultati migliori. L’unica informazione differente è questa qua.

Uno studio dell’11 Gennaio 2011, recentissimo e con un titolo interessante: “Systematic review: Large review finds no clinically important effect of glucosamine or chondroitin on pain in people with osteoarthritis of the knee or hip but results are questionable and likely due to heterogeneity”
Cioè: “Confronto sistematico: i grandi confronti non trovano alcun importante effetto clinico della glucosamine o della condroitina nell’alleviare il dolore in pazienti con osteoartrite del ginocchio o dell’anca ma i risultati sono contestabili e probabilmente dovuti all’eterogeneità”
In sintesi, siamo sempre agli anni ’80 e non c’è chiarezza sugli effetti. Perciò possiamo dire con ragionevole certezza che forse non è vero che la glucosamina non faccia nulla, ma non è sicuramente vero che abbia efficacia. Questo è ciò che ci dice la Scienza: se la prendi, non pensare che possa funzionare perché non è stato dimostrato. E, aggiungo io, a dispetto delle case farmaceutiche che vorrebbero che ciò accadesse.
Ed è anche ragionevole pensare che se un effetto c’è, questo non è miracoloso. Perché se lo fosse, sarebbe stato documentato da molto tempo, no? Ok, e allora se questo è lo stato dell’arte perché esistono pubblicazioni del tipo seguente?

È solo una delle tantissime in cui mi sono imbattuto alla ricerca di un effetto benefico: incredibilmente, quando si legge (come in questo caso) di potente antiinfiammatorio, rigenerazione di cartilagini, aumento della mobilità, diminuzione del dolore ho sempre trovato cose con la foto di una scatola di compresse vendute da qualcuno.
In queste pubblicazioni l’incerto diventa sempre certo, il possibile diventa sempre sicuro. Studi che richiedono investimenti di soldi, uomini, mezzi non sono riusciti a trovare una risposta sicura a “la glucosamina funziona”, eppure qua glucosamina funziona alla stragrande.
Poi, ragazzi, non è che dovete dare retta a me. Io cerco di sopravvivere a questo mondo complesso come tutti voi, e cerco di documentarmi per spendere meglio che posso i miei soldi. Ripeto: non avete idea di quanto mi piacerebbe che la glucosamina funzionasse, sarebbe il farmaco per me definitivo e in casa mia ce ne sarebbero pacchi e scatole.
Però per adesso passo la mano. Vi invito ancora una volta ad essere critici e di documentarvi, questa volta sì, in maniera indipendente.

di Enrico Dell'Olio
__________________
Pagina Facebook personale:
http://www.facebook.com/pages/Enrico...15245021902574

Enrico non è connesso   Rispondi citando
Rispondi

Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Attivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 15.35.52.


Powered by vBulletin versione 3.7.0
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana : www.vbulletin.it
Body Building Italia 2002-2013